FABIO D'ANGELO, DAL 2009 COACH A TORINO E IN TUTTA ITALIA ​

Non uscire da te, rientra in te stesso: nell’intimo dell’uomo risiede la verità.
(Sant’Agostino)
 
Mi chiamo Fabio D’Angelo, sono nato nel 1973 a Torino e provengo da una famiglia piuttosto variegata: ho antenati piemontesi, veneti, abruzzesi, laziali e anche una trisnonna nativa americana.
Questa ricchezza di provenienze ha stimolato, in me, fin da piccolo, una buona ampiezza di vedute e una forte curiosità per le modalità con cui le persone delle varie culture risolvevano i problemi semplici e complessi della propria vita.Credo che l’essere nato nel 1973, l’anno della grande crisi energetica, abbia avuto un ruolo importante nell’orientare da subito la mia attenzione verso l’ecologia e lo sviluppo sostenibile: le scienze naturali e le tecniche di produzione energetica divennero alcune delle mie principali passioni.
Fabio D'Angelo
Fui molto ispirato dal romanzo “Siddharta” di Hermann Hesse, soprattutto dalla parte in cui si narra la sua esperienza presso gli eremiti delle foreste: quella lettura rafforzò il mio amore per la natura e mi fece scoprire il fascino della ricerca spirituale.
Dopo le scuole medie, poiché amavo la letteratura e la scrittura, scelsi il Liceo Classico, che si rivelò molto in armonia con le mie attitudini.
Dopo il Liceo, spinto dall’interesse per gli studi naturalistici, intrapresi quella che, successivamente, definii la mia “deriva scientifica”: mi iscrissi, a Torino, al Corso di Laurea in Scienze Forestali.
Nel 1994, al terzo anno del Corso di Laurea, svolsi uno stage di alcuni mesi presso un Progetto FAO in Mali, occupandomi di strategie di lotta contro la desertificazione: durante quell’esperienza, mi resi conto che desideravo moltissimo poter investire le mie energie in un’attività che contribuisse a rendere il mondo un posto più giusto e più felice.
Nello specifico, ritenevo prioritario realizzare questo obiettivo nella forma più efficace, efficiente ed a più ampio spettro possibile: decisi pertanto, in prima battuta, di specializzarmi nella Cooperazione Internazionale.
Nel 1998, dopo la Laurea ed una specifica formazione, ottenni un contratto con un’ONG italiana, che operava in Mali costruendo pozzi azionati dal vento, e, durante quell’esperienza, mi resi conto che quel tipo di intervento dava dei risultati efficaci, ma, a mio modo di vedere, troppo circoscritti.
Mi proposi di acquisire esperienza in diversi campi, in modo da ampliare l’ambito delle mie conoscenze e competenze; colsi l’opportunità di svolgere diversi incarichi interessanti, in ambito sia umanistico che tecnico, in svariati luoghi del mondo, tra i quali:
  • un impiego nelle Risorse Umane in un Comune del Torinese;
  • un incarico come Coordinatore di Logistica presso il TOROC;
  • un incarico come Esperto di Tecnologie Appropriate Rurali in Romania;
  • un incarico presso l’Agenzia Piemontese Erogazioni in Agricoltura come Specialista di Sistemi Informativi Geografici (GIS).
Ispirato dalla frase di Gandhi, secondo cui “Se vuoi cambiare il mondo, comincia da te stesso e il mondo cambierà per te”, mi convinsi che il mondo sarebbe diventato migliore solo nella misura in cui le singole persone avessero migliorato il proprio grado di consapevolezza.
A partire dal 2000, cominciai a migliorare il mio personale livello di consapevolezza, approfondendo il Coaching, la Maieutica, il Pensiero sistemico, il Focusing, la Meditazione Vipassana, la Meditazione Advaita, la Comunicazione Non Violenta, il Pensiero strategico, l’Empatia tattica e la Mindfulness.
Ho sviluppato, nel tempo, una forte capacità empatica e una buona attitudine al problem solving.
Nel 2009 ho cominciato a svolgere le mie prime attività come Coach.
Nel 2019 ho completato un percorso Accredited Coaching Training Program, certificato dall’International Coach Federation, che mi ha qualificato come Coach ICF.
Continuo incessantemente a formarmi nel Coaching e in tutte le discipline che ritengo efficaci, di volta in volta, per fornire ai miei Clienti il supporto della più alta qualità possibile.
Fabio D'Angelo
Diploma Fabio D'Angelo